I sottomarini nucleari in Gran Bretagna

La Gran Bretagna è stato il secondo Paese europeo ed il terzo al mondo ad avere un sottomarino nucleare (i primi due sono Stati Uniti ed Unione Sovietica. Si, l’Unione Sovietica la consideriamo Europa). Del resto, sarebbe stato impensabile che un Paese di enormi tradizioni marinare come il Regno Unito non si fosse dotato di una simile arma navale!

La Royal Navy ha avuto in servizio un certo numero di classi, sia di sottomarini nucleari da attacco, sia lanciamissili balistici. Gli ultimi modelli sono caratterizzati per essere estremamente sofisticati, ma anche molto costosi (a volte anche troppo).

Una cosa che ha sempre caratterizzato i britannici, per i loro battelli atomici, è la collaborazione con gli Stati Uniti. Il Pese nordamericano, infatti, aiutò la Gran Bretagna in diverse occasioni. Questa collaborazione va avanti ancora oggi: tutti i missili balistici sublanciati (SLBM) degli SSBN della Royal Navy sono statunitensi. Viceversa, i britannici hanno fornito alcune soluzioni tecniche ai sottomarini della US Navy (come il sistema pump-jet).

La flotta subacquea britannica attuale è interamente atomica: relativamente numerosa, è composta da battelli piuttosto sofisticati.

Storia

I primi modelli

HMS Dreadnought (S101)
HMS Dreadnought
(S101)

1963-1980

Classe Valiant
Classe Valiant

1966-1994

Classe Churchill
Classe Resolution

1968-1996

Gli anni settanta-ottanta

HMS Dreadnought (S101)
Classe Churchill

1970-1992

Classe Valiant
Classe Swiftsure

1973-2010

Classe Churchill
Classe Trafalgar

1983-in servizio

Il post-Guerra Fredda

HMS Dreadnought (S101)
Classe Astute

2010-in servizio

Classe Valiant
Classe Vanguard

1993-in servizio

Classe Churchill
Classe Dreadnought

2030?