Testato il missile ipersonico Zircon sul sottomarino Severodvinsk

Sono stati effettuati due lanci, sia in emersione che in immersione

Il sottomarino nucleare K-560 Severodvinsk, della classe Yasen, nei primi giorni di ottobre ha effettuato due test del nuovo missile ipersonico 3M22 Zircon (SS-N-33 per la NATO). Per questo ordigno è stata una prima assoluta: i lanci precedenti, infatti, erano stati effettuati esclusivamente da unità di superficie.

I due test dal Severodvinsk sono stati i seguenti.

  • 4 ottobre: lancio in superficie.
  • 5 ottobre: lancio in immersione, dalla profondità di 40 metri.

Entrambi i test hanno avuto pieno successo.

Il missile ipersonico 3M22 Zircon

Lo Zircon (anche Tsirkon) è un missile da crociera ipersonico capace di viaggiare tra i 9.000 e gli 11.000 km/h, a seconda delle stime. Lungo 11-12 metri, ha una gittata superiore ai 1.000 km ed una testata di 3-400 kg (esplosivo convenzionale, oppure nucleare, della potenza di 200 kilotoni). Questo ordigno può essere utilizzato contro bersagli terrestri e navali.

I test iniziarono intorno al 2012, ma fu solo quattro anni dopo che un lancio ebbe finalmente successo. Nel 2020, sono stati effettuati dei lanci dalla fregata Admiral Gorshkov, tutti riusciti.

Nell intenzioni della marina russa, lo Zircon, insieme con i Kalibr e gli Oniks, dovrebbe sostituire i grossi P-700 (SS-N-19 Shipwreck per la NATO). La cosa sarà possibile grazie a nuovi tubi di lancio chiamati 3S14, che sono compatibili con i tre modelli.

Le prime unità di superficie ad essere equipaggiate con i Zirkon saranno due incrociatori atomici della classe Kirov, il Pyotr Velikiy e l’Admiral Nakhimov. Complessivamente, le due unità imbarcheranno fino ad 80 missili dei nuovi modelli (sono tutti più piccoli e meno ingombranti dei grossi P-700).

Successivamente, anche altre unità di superficie come fregate e corvette potrebbero ricevere il nuovo sistema d’arma.

Per quanto riguarda le unità subacquee, gli Zircon saranno imbarcati sui classe Yasen (il K-560 Severodvinsk appartiene a questa classe) e probabilmente sugli Oscar II modernizzati secondo lo standard Progetto 949AM

Per la cronaca, è in fase di sviluppo anche una versione lanciata da terra.

Collegamenti esterni